5 x 1000

ilMiodono Unicredit

FIAGOP

Banner

Trinacria Old Motors

Delfini di Lucia


I SORRISI DEI NOSTRI BAMBINI...

Regalare la speranza di un sorriso è ciò che ci spinge ogni giorno ad un nuovo impegno, consapevoli che ciò che facciamo può rendere il percorso più semplice "Lega Ibiscus Onlus"

SEMPRE PRONTI A CONSIGLIARTI...
I volontari di Lega Ibiscus al tuo fianco per supportarti durante il percorso che ci vedrà fianco a fianco. "Lega Ibiscus Onlus"
...A SORRIDERE INSIEME PER OGNI SUCCESSO...
Il percorso spesso è lungo e tortuoso, perciò è importante affrontarlo con la giusta forza e la consapevolezza di ciò che accadrà. "Insieme possiamo vincere"
UN PICCOLO GESTO PER ANDARE AVANTI...
Ogni bambino ha bisogno di cure e supporto, di medici specialisti e personale che assistano loro e le famiglie durante le terapie. I bambini Ibiscus non sono mai soli
...COLORARE IL LORO FUTURO...
Aiutaci donando il 5 x mille della tua dichiarazione dei redditi a Lega Ibiscus... "Il tuo aiuto è prezioso"
...E TROVARE LA FORZA PER GUARIRE!
Leggi le storie dei bambini che hanno vinto la malattia e scopri l'importanza della ricerca e del supporto "globale"... "Impariamo a guarirli"
GUARIRE È POSSIBILE, SUPPORTATI DAL VOSTRO AMORE...
Ibiscus opera in partnership con FIAGOP, Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica Onlus. Esplora il loro sito e partecipa con noi!

Battuta di Pesca Portopalo 02-09-2016

JavaScript disabilitato!
Per visualizzare il contenuto devi abilitare il JavaScript dalle opzioni del tuo browser.

 

 

 

E FINALMENTE ECCO LA STUPENDA BATTUTA DI PESCA DI PORTOPALO

Portopalo, oggi ore 11,00, una domanda unanime aleggia nell’aria: “Presidente, ma dobbiamo veramente tornare in casetta?”. Esperienza eccezionale quella vissuta da guerrieri e genitori nella notte di ieri per la battuta di pesca fatta insieme agli entusiasti equipaggi delle due barche Concetto Padre e Giuseppe Di Mercurio dell’Associazione Pescatori S. Francesco di Paola Onlus di Portopalo.

Calorosissima è stata l’accoglienza in ambedue i pescherecci che hanno ospitato la gente Ibiscus. Clima di festa, grande affabilità e gentilezza di questi ragazzi del mare (non importa l’età) che ci hanno accolto con simpatia, che ci hanno coccolato, vezzeggiato, seguiti in ogni movimento, anche loro da veri ed autentici “guerrieri marittimi”. Hanno anche voluto offrire e condividere con noi la cena, grazie all’immensa disponibilità dei due capitani (Concetto Signorello – “Concetto Padre” e Salvatore DI Mercurio – “Giuseppe Di Mercurio”). Grazie ragazzi! I nostri guerrieri ( e non solo loro) hanno apprezzato in modo indefinito la vostra armonia e condivisione nei movimenti, fatta sempre con il sorriso, durante la vostra complessa ma decisa operosità.

Le emozioni vissute: l’allontanarsi dal molo del porto di Portopalo davanti alla leggera brezza serale, le scie lasciate dalle due motonavi, il raggiungimento della secca, luogo della pesca, le varie fasi organizzative che precedono e seguono la “calata” della rete”, le scialuppe in acqua con le lampare sotto il brillante cielo stellato, il silenzio del luogo, le delicate manovre per il lancio della rete scandite dal numero degli occhielli che scendono a mare, l’armeggio degli argani per il ritiro della rete….. il pescato per la felicità dei nostri guerrieri che, alla fine, hanno fatto quello che volevano con i pesci pescati (sgombri, sauri ed altro…).

Il rientro al porto, al seguito di un innumerevole seguito di raggianti gabbiani, alle ore 1,30 di oggi da dove eravamo partiti, luogo in cui alla partenza la signora Carmela Beninato, moglie di Giorgio Burgaretta (Delfino) ci aveva accolto, facendoci dono del gagliardetto dell’Associazione Pescatori , dove don Gianluca Manenti, parroco della parrocchia di S. Gaetano di Portopalo aveva dato la benedizione per la bellissima serata e dove gli amici della dell’Amministrazione Acqua Fontalba, che sentitamente ringraziamo per aver aderito alla nostra richiesta, avevano rifornito di bottigliette di acqua ambedue le imbarcazioni.

E’ stato difficile il distacco da questi simpaticissimi marinai che a tutti i costi volevano donarci qualcosa: i pesci pescati, una lampada da lampara con tutti i loro nomi. Un chiaro arrivederci a presto….. gente di mare, che meraviglia!!!!
Ma non manca qualcuno all’appello? Certamente. Angelo e Attilio che ci hanno seguito in ogni istante, dall’arrivo del nostro pullman fino alla sua partenza, in silenzio, in uno stile che è da sempre il nostro denominatore comune Ibiscus, perché non occorre far clamore quando c’è da far trascorrere momenti di serenità ai nostri guerrieri. Dire grazie a loro non occorre, perché sono e saranno sempre "dei nostri”.

E l’impegno finale? Guerrieri rimasti a casa, oggi in battaglia in Reparto, in DH, in terapia, non abbiate timore! Questa esperienza sarà sicuramente ripetuta con la stessa semplicità, con lo stesso fervore, anche per voi. In ogni luogo ed istante la lotta è dura, ma bisogna sempre crederci, perché l’obiettivo si può decisamente raggiungere.
LEGA IBISCUS ONLUS

PS Tutti le foto con i minori sono state autorizzate dai genitori

DONAZIONI

A.D.A.S. Onlus

EVENTI IBISCUS

NEWSLETTER IBISCUS

Banner