Folto pubblico, ma soprattutto strepitosi artisti quelli che quest’anno la famiglia Sturiale ha voluto invitare per il concerto di beneficenza a favore della nostra Associazione, nei suggestivi locali dell’elegantissimo frantoio di Terramacina (C.da Botte – Savoca).

“Tutto scrupolosamente dal vivo”: hanno iniziato la serata Stefano Ricciardi e Massimo Trischitta del gruppo Masterfarm che hanno intonato, diversi delicatissimi pezzi italiani ed alcuni stranieri. A seguire Carmelo Gregorio (Aranciamara) accompagnato occasionalmente da Gianni Cannata, ha eseguito significativi brani di Rosa Balistreri e di altri cantautori italiani. Lello Analfino ed Edoardo Musumeci del gruppo Tinturia nel loro tradizionale fantasioso realista repertorio hanno entusiasmato gli spettatori coinvolgendoli con risate, battimani e gags.

Denominatore comune dei musicisti: notevole e palpabile sensibilità verso l’iniziativa rivolta non solo ai bambini che soffrono, ma a tutti i bambini che “vivono” la loro realtà; ampia vicinanza ai bisogni dei nostri guerrieri; invito ad una virtuosa generosità ed una costante umanità verso ogni aspetto della vita che sconfina verso nuovi orizzonti e purtroppo con pochi valori: insomma artisti che hanno colto in pieno lo spirito di questa bellissima serata, interpretandone interiormente i sentimenti più profondi.

Tanti gli sponsor che hanno consentito la riuscita di questa meravigliosa rappresentazione, patrocinata dal comune di Savoca (presente in sala il sindaco Dr. Antonino Bartolotta, che ha auspicato per i prossimi anni la presenza di altri artisti del territorio).

Impeccabile come sempre l’organizzazione dei fratelli Serena e Carmelo Sturiale insieme a Maurizio Sutera e Peppe Foti (Flash Up) che hanno curato tutti i particolari (elegante sala addobbata e possibilità di rinfresco per tutti i partecipanti). Presenti in sala alcune nostre famiglie.
Come di consueto alla fine del concerto sono state consegnate le targhe ricordo al Comune di Savoca, a tutti i musicisti ed alla famiglia Sturiale e si è provveduto all’apertura di uno strapieno salvadanaio (quasi € 1.500,00) con quanto raccolto destinato ad Ibiscus.

Un sentito ringraziamento a tutta la Famiglia Sturiale ed ai loro collaboratori, al quale rivolgiamo, dopo il sesto anno consecutivo, un arrivederci per il prossimo anno!