“Sicuramente la partita di oggi non si fa….”. Questo è il pensiero di tanti, dopo il brutto tempo imperversato su mezza Sicilia nella notte di ieri. Qualche titubanza, tante telefonate e messaggi su whatapp, ma alla fine lo spirito Ibiscus è emerso: tutti a Torre del Grifo, abbiamo imparato tutti (grandi e piccoli) ad essere intrepidi guerrieri!!! Alcune nostre Famiglie venute da nord o da sud dell’Isola, dalla provincia, con lo spirito di chi ormai sa affrontare sagacemente qualsiasi difficoltà, di chi non molla mai.

Il contesto è quello organizzato dagli Ordini dei Medici di Catania con la collaborazione dei medici di Palermo Cosenza e Napoli (1^ torneo delle due Sicilie, quadrangolare di calcio dei MEDICI in favore di Lega Ibiscus Onlus), con una grande passione per il calcio, ma con un’altrettanta comune voglia di “dare un senso” a questi incontri di calcio. Ed ecco emergere un pensiero univoco rivolto alla solidarietà ed alla scelta di una realtà locale, quale l’Ibiscus.

Per questo ringraziamo il Dr. Antonio Zingali, ematologo dell’Ospedale Cannizzaro, anima di questa realtà che ci ha coinvolti in brevissimo tempo, che ha gradito tantissimo la possibilità di inserire una formazione dell’Ibiscus in questo torneo.

Siamo giunti al campo mentre era in atto una sfida classica (Catania-Palermo): molta grinta, ma assoluta sportività. Noi tutti in tribuna, grandi e piccoli, ad attendere i nostri beniamini andati a cambiarsi negli spogliatoi. Ed un attimo una graditissima sorpresa: i nostri amatissimi calciatori del Catania Calcio Marco Biagianti ed Alessandro Bastrini, insieme stringersi intorno a noi, tanti abbracci, tante fotografie….. tantissimi sorrisi.

Finisce la prima partita: l’ingresso in campo dei nostri, il riscaldamento, si gioca, per incanto non piove più, si corre su ogni pallone, tanti applausi…….. : «Volevo esprimere verso tutti i partecipanti un grazie di cuore per aver dato a me e alla mia famiglia la possibilità di trascorrere una bella giornata! Nonostante il tempo piovigginoso, mentre giocavamo, ho visto e sentito i bambini che gridavano ed incitavano la nostra squadra …. E ho pensato che, ancora una volta, abbiamo assaggiato briciole di felicità». Questo il pensiero di un genitore esternato dopo la partita, in un messaggio sul nostro gruppo di Ibiscus Football

Inizia la finale: Cosenza- Napoli. Fra il primo ed il secondo tempo la cerimonia di consegna della targhetta ricordo della manifestazione e di un assegno di € 1.700,00 dei fondi raccolti per noi e le belle parole del Dr. Zingali e del Dr. Antonio Caputo, oncologo, presidente dell’Ordine dei Medici di Cosenza, che hanno affermato quanto sia stato importante per loro ritrovarsi insieme ed essere riusciti a centrare il vero scopo dell’evento, oltre quello sportivo: il sostegno solidale ad un’associazione che lotta ogni giorno!….. E il proposito di dare seguito a questo evento ed organizzarne altri per il futuro.

Ovviamente il ringraziamento deve essere esteso a tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita di queste due giornate: alla Dentimed, alla U.I.S.P. , all’AVIS di Catania, allo Sheraton di Catania, a Campisi Grancaffè di Trecastagni, alla Farmacia del Fortino di Catania della Dr.ssa L. Barresi.

Siamo andati via dopo un simpatico rinfresco, mentre si giocava il secondo tempo della partita Cosenza – Napoli sul punteggio di 2 a 2. Abbiamo chiesto nel pomeriggio al Dr. Zingali chi avesse vinto la finale. Ci è stato risposto: «E’ finità in parità 2 a 2, ed in linea con lo spirito del quadrangolare, si è deciso di non tirare i calci di rigori. Quindi, vincitore: IBISCUS”».

LEGA IBISCUS ONLUS