Non è la prima volta che l’ospedale si trasforma in un luogo di vita: l’altra mattina la musica ha effettivamente armonizzato tutto l’ambiente ospedaliero!!!. Ringraziamo per questo tutti i ragazzi del coro “Oltre Voci” del Maestro Paolo Li Rosi che hanno dedicato dei momenti di musica ai giovani pazienti e la giornalista Pierangela Cannone ideatrice di questo progetto, che ha coinvolto Ibiscus, con il consenso della prof.ssa Giovanna Russo, del Prof. Andrea Di Cataldo, ma che sicuramente ha “catturato” tutti i presenti all’evento.

Il progetto “La melodia che ho dentro” vuole essere un laboratorio creativo fondato sui benefici della comunicazione, tradotta in musica. Nel concreto, la degenza in Reparto ed in DH viene messa in musica, mediante ogni emozione dei “guerrieri” che vorranno raccontare il proprio percorso attraverso la musica e il canto.

Per fare tutto questo occorrerà programmare una serie di incontri, con date e luogo da stabilire, ed insieme a Paolo e Pierangela si svilupperanno le note di una melodia musicale sulla parodia dei testi originali “espressi” da tutti i guerrieri coinvolti, con la possibilità di realizzare al termine del percorso un video clip.

In questi giorni sono state scritte tante pagine sui network locali ed altrettanti video sono girate sulla rete, tutti riguardanti la mattinata canora in Ospedale. Ora è il momento di cominciare questo nuovo momento di gestione delle nostre emozioni e di racconto attraverso la nostra voce…….

Pertanto tutti i guerrieri che hanno la voglia di intraprendere questa nuova esperienza potranno contattare la dottoressa Simona Italia, psicologa Ibiscus, che come sapete, è presente giornalmente in Reparto, in modo da potersi inserire al progetto ed esternare “la melodia che ha dentro”!!!!