Anche quest’anno, seppure per una mattinata, la balconata del 3° piano del Reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico ha cambiato contesto: tavole imbandite di appariscenti dolci, palloncini, animatori di ogni genere per momenti diversi dal solito, per momenti di limpida allegria.
Dopo l’intervento del Presidente Ibiscus, il Dr. Salvo D’Amico, in rappresentanza del Reparto, ha sottolineato la genuinità di queste iniziative importanti non solo per i ragazzi e per le loro famiglie, ma anche per tutti i medici, sempre in prima linea, in questo delicato settore.

Inizia la festa: i guerrieri presenti con fratellini ed amici sono stati allietati dalla fresca compagnia dei ragazzi della ludoteca Bim Bum Bam Mascotte e della Butterfly Animazione che con caroselli, giochi ed altro hanno iniziato questa splendida giornata, impreziosita dagli esilaranti spettacoli del simpatico Duo Gessofava e dalla brillante esibizione del clown Skraramakai.
Tantissimi sorrisi, risate scoppiettanti, massimo gradimento di grandi e piccini. Presentatore il bravo Matteo Favara.

I partecipanti e i titoli dei relativi dolci preparati:
– Lea Nastasi – Siamo Figli delle Stelle
– Alfredo Spartà – La dolce Ibiscus
– Daniela Crupi – Cuore di mamma 1
– Roberto Musumeci – Torta di Super eroi
– Giovanna La Rosa – Smile
– Marianna Fazio – La Gustosa
– Maria Paola Auteri – Nuvola di limone
– Valeria Di Benedetto – Cuore di Mamma 2
– Emanuela Siligato – Cassetta di fragole
– Denise D’Amanti – Dolce di mandorla

Una meticolosa ed allegra giuria composta dal dr. Davide Chisari, presidente del Comitato dei festeggiamenti in Onore della Madonna di Ognina, dalla prof. Laura Lemetre, docente della scuola in Ospedale e dalla nostra infermiera Grazia Privitera ha assegnato il titolo alla torta “Cassetta di Fragole” realizzata da Emanuela Siligato, mamma di Irene, assegnando i punteggi basandosi su tre aspetti: Estetica, Gusto ed Originalità. Tutti i partecipanti hanno ricevuto un attestato ed un cappello da chef. Per la vincitrice anche due libri di cucina.
.
Ma nel frattempo tutti i presenti hanno potuto assaporare la bontà e la prelibatezza di tutti i dolci apparecchiati su un lungo tavolo vicino la balconata ed alla fine…. non è rimasto quasi nulla.

Alla fine i ragazzi del gruppo Hebrom hanno intonato due splendidi inni di speranza e di devozione.
Si, proprio di speranza, perché questa giornata all’insegna di un …… gustoso sorriso si possa realizzare con tutti i ragazzi attualmente in cura e ricoverati in Reparto anche il prossimo anno.