Ancora una volta sono stati loro a vincere la battaglia, in una prima calda serata estiva all’Auditorum “Sac. Vito Papotto” di Catania. Parliamo di Federica, Enzo ed Alfredo, i tre guerrieri Ibiscus che hanno emozionato i numerosi presenti in sala, dopo la lettura delle penetranti rime di una poesia del nostro “angelo” Stefania”. Con semplicità hanno raccontato brevemente le loro storie, le loro sofferenze, le loro gioie….. la loro vita, dando così il via al meraviglioso spettacolo della Società di Danza Catania.

Articolate quadriglie, delicati valzer, imponenti marce, travolgenti polke sono state eseguite da elegantissime e coloratissime dame in costume ottocentesco accompagnati da imponenti cavalieri in frac. Ed alla fine c’è stato anche il coinvolgimento del pubblico che è stato invitato ad esibirsi insieme a loro in complicati caroselli, dietro i preziosi suggerimenti dei passi di ballo prontamente indicati da Gaspare Leone, presidente della Società di Danza Catania.

Sono state così finalmente aperte le porte a questo incantevole spazio cittadino, di Via Zurria, caparbiamente recuperato dai Consiglieri del 1^ Municipio di Catania. In particolare il Presidente Paolo Fasanaro ed il Consigliere Giuseppe Buglio hanno spiegato le difficoltà incontrate per il ripristino di questa imponente struttura che hanno affrontato con gli organi preposti e che alla fine hanno superato per poterla rendere fruibile alla cittadinanza. Ed Ibiscus ha avuto il piacere di poter essere la prima Associazione ad organizzare questo delizioso primo evento.

Di contorno, ma sempre protagonisti e molto vicini ed attenti alla realtà di Ibiscus, i ragazzi del Liceo Artistico Emilio Greco, che sapientemente guidati dall’estro della loro tutor Eleonora Catania hanno non solo esposto tre loro opere, ma hanno spiegato al pubblico i disegni degli abiti di danza realizzati durante i balli.

Molto attento e partecipato è stato il coordinamento di ogni momento di questa festa da parte di Giusy Marraro che con molto garbo e professionalità ha presentato tutto lo spettacolo, dando spazio anche a Nando Cavallaro per la lettura di una poesia di Trilussa.

Tutti i momenti salienti sono stati ripresi dalla fotografa Irene La China. Immancabile alla fine il buffet di dolci offerto dal Bar Pasticceria Litteri di Catania

Insomma: una serata all’insegna del sorriso, dell’eleganza…. Un primo ritorno alla tanta attesa normalità, che fa ben sperare di riprendere presto le numerose attività svolte “per” e “dai” nostri splendidi GUERRIERI.