Barcellona 7 aprile 2017. – di Cristina Saja.

L’Agenzia di Moda GP Communication di Angela Gitto, Sorelle Inglesi, e Giuseppe Passalacqua, Extro Generation, non poteva che riaffermarsi ottima regista di uno spettacolo che ha ritratto la realtà in un modo fuori dal comune che solo chi si impegna a coniugare mente, cuore, passione, competenza ed esperienza riesce a fare.

Il preannunciato evento di solidarietà, durato circa quattro ore e con circa 16 uscite diverse, ha messo insieme la moda, ingrediente saliente di tutto lo spettacolo, l’arte in tutte le sue forme (danza, musica, canto, pittura) e la più grande e nobile delle cause: la solidarietà. Con effetti scenici di grande spessore, secondo una scaletta nutrita, Angela Gitto e Giuseppe Passalacqua non hanno trascurato alcun dettaglio e sono riusciti ad ottenere il sold out per lo spettacolo, già molto tempo prima dello spettacolo. Tra i presenti, oltre alle autorità civili della nostra città, anche il Maestro Lorenzo Chinnici, artista primario che con la sua personale ha dato il via alla settimana che si è conclusa con la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, e l’Onorevole Giovanni La Via, europarlamentare e primo siciliano a vincere l’”Oscar europeo”, il Mep Awards 2016.

Ad aprire lo spettacolo è stato il Maestro Giovanni Corica con un monologo introduttivo, seguito dai saluti dei rappresentanti delle Associazioni beneficiarie della serata: Adele Martines, in rappresentanza della sezione Provinciale ANGSA Messina; Graziella Paino per la SALUS D’Agostino Onlus di Taormina; Daniele Mannino, presidente IBISCUS di Catania e Giuseppina Siracusa del Lions Club Barcellona P.G. per il Progetto “Dopo di noi” di Barcellona Pozzo di Gotto.

Madre di un ragazzo autistico di 26 anni, modello protagonista della serata, Adele Martines ha raccontato della sfiducia e depressione che sono inevitabili durante il viaggio della vita con figli autistici. “Creare la miglior vita possibile ai ragazzi con disabilità è uno degli obiettivi che mi sono posta e che vi chiedo di condividere questa sera – ha affermato – Un piccolo seme di ciascuno, fa fiorire il campo. Solo così potremo dare una voce ai nostri ragazzi.”

A raccontare la storia dell’Associazione Salus D’Agostino da lei fondata è stata Graziella Paino, ex ammalata di carcinoma al seno che ha preso a cuore le esperienze vissute e sta cercando di fare il possibile per migliorare la qualità della vita di chi deve combattere questa battaglia infelice. Tra i progetti intrapresi, oltre a quello che vede alcuni parrucchieri volontari che di lunedì si occupano di fornire gratuitamente parrucche alle donne in chemioterapia presso il centro di Taormina e quello che ha previsto l’acquisto di protesi con annesso reggiseno, quello di acquistare un’altra navetta, oltre quella a 9 posti di cui l’associazione è già in possesso. “Purtroppo – ha affermato durante i suoi saluti Graziella Paino – la navetta che parte da Patti e passa in tutta la fascia fino a Taormina ha nove posti, insufficienti per trasportare tutti coloro che hanno bisogno di questo servizio. Vorremmo riuscire ad acquistare un altro pulmino per soddisfare le richieste del territorio. ”

Daniele Mannino in rappresentanza dell’ Ibiscus Catania ha, invece, affermato:”I nostri guerrieri sono i nostri ragazzi affetti da patologie oncologiche. Bimbi senza capelli attaccati a delle flebo, che sorridono perché hanno voglia di vivere e lottano caparbiamente e con dignità..qualcuno ce la fa, altri diventano angeli. Sono loro i bambini che danno forza ai loro genitori. La nostra casa di accoglienza raccoglie le famiglie della Sicilia orientale. In un piccolo salone giocano insieme, ma vorremmo allargare la struttura con una bella ludoteca. Siamo pronti a lottare per i nostri bambini che sono la nostra speranza.” – ha concluso dopo aver presentato il progetto che vorrebbero portare a termine.

Giuseppina Siracusa del Lions Club Barcellona, invece, si è dedicata ai ringraziamenti, partendo dal pubblico e giungendo a tutti i componenti del filo della solidarietà che lo scorso 2 aprile ha fatto rete al Mandanici, soffermandosi, poi, sul progetto Lions per il centro dedicato per l’autismo che è quello della realizzazione di un laboratorio di arte musiva, dei mosaici, che possa trasformarsi anche una opportunità economica per i ragazzi autistici che vi lavoreranno. “Perchè – ha spiegato – contribuire al “Dopo di noi” significa garantire a tutti dignità equa alle condizioni fisiche e psiche di cui ciascuno è dotato.

Tra modelli e modelle di eccezione, i famosi Two Twins,  Alessandro e Antonio, ragazzi autistici che hanno emozionato il pubblico. Oltre a loro, la passerella di eccezione si è composta delle consigliere barcellonesi Melangela Scolaro, Venerita Mirabile e Angelita Pino, della consigliera di Milazzo Carmen Manna e dell’Assessore Carmen Rotella di Falcone e all’Assessore Giusy Pino di Castroreale.

L’evento riuscito in maniera eccelsa dal punto di vista artistico, grazie anche al contributo di Viviana Isgrò, del gruppo musicale Terrae, del coro Ouverture, dei magnifici ballerini, dei macchinisti, della troupe organizzativa, dei Parrucchieri Puccio e Franco e delle estetiste del Centro Elisir di Elena Bucca. Non ha, però, pienamente soddisfatto dal punto di vista solidaristico. Quella sera, infatti, molte delle buste bianche di solidarietà non sono tornate indietro e le altre hanno contenuto poco più di tremila euro. Il ricavato complessivo, che è ammontato a circa 7.500 euro, è stato diviso alle Associazioni beneficiarie.

Angela Gitto e Giuseppe Passalacqua hanno regalato a Barcellona Pozzo di Gotto un evento unico in ambito di moda, per la prima volta in scena al Mandanici, facendo un bis coi fiocchi all’insegna della solidarietà.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.ibiscusonlus.org/home/wp-content/themes/helpme/functions.php on line 414