15/05/2017

E’ stato un grande successo anche quest’anno. Alla fine della giornata tutti gli organizzatori dell’evento erano decisamente soddisfatti sia perché l’affluenza della cittadinanza locale all’Oratorio San Corrado di Pachino è stata oltremodo notevole (con punte di quasi mille persone in certi momenti) sia perché l’obiettivo di sensibilizzare i presenti sulle problematiche dei nostri ragazzi è stato ampiamente raggiunto (a prescindere da una generosissima raccolta che ha prodotto per Ibiscus ben 1.102,00 euro).

Un oratorio in ogni angolo pieno di gente ha reso felicissimo Padre Pietro, che ha accolto con gioia l’appello ricevuto dall’Associazione A.S.D Eracle (e non solo….) di organizzare l’evento nei suoi locali e che ha avuto la possibilità di constatare la grande voglia di aggregazione di questa vivissima comunità.

Non è stato soltanto un triangolare di calcio, si sono infatti svolte tantissime esibizioni di ballo di ogni genere, dimostrazioni di karate boxe, incontri di calcetto di giovanissimi atleti, calcio tennis e pallavolo, in presenza della mascotte Totti (un elegante cavallino), con la concreta possibilità di gustare elaborati dolci preparati amorevolmente dalle tante gentilissime signore (una vera fiera del dolce), impegnatissime alla raccolta fondi, scopo reale e finale dell’iniziativa. Insomma “Colpisci al cuore” è stato uno slogan veramente azzeccato. Tutti i riconoscimenti consegnati alle varie scuole delle varie discipline sportive sono stati veramente meritati.

Ed il triangolare del cuore? Tanto agonismo per le tre squadre più gettonate di sempre “Inter, Milan e Juventus”, per le quali sono scesi in campo ragazzi “over trenta-quaranta-cinquanta”, al cospetto di due simpaticissimi arbitri. La sensazione finale è stata quella di appurare come lo sport in genere possa sempre aiutare la solidarietà. Ed alla fine tante strette di mano e tanti sorrisi fra tanti “amici”, a prescindere dal colore della maglia indossata. Quest’anno ha vinto la Juve, i cui atleti sono stati premiati con una pesante quanto ingombrante coppa, che nessuno porterà a casa e che custodirà Padre Pietro. Perché? All’imbrunire, la promessa è stata questa: arrivederci al prossimo anno, con la l’impegno di continuare a sostenere l’Ibiscus in ogni altra occasione che si presenterà.

Grazie Pachino, grazie di….. “CUORE”!