07 febbraio 2019

Quest’anno il consueto CONVEGNO organizzato nell’ambito dell’iniziativa mondiale si terrà sabato 16 febbraio presso l’Acquario di Genova e avrà per titolo “UNITI PER GUARIRE – Terapia, Cura, Futuro: parole chiave per l’oncoematologia pediatrica”.

Il Convegno ha l’obiettivo di fornire un panorama attuale su risultati e problematiche che caratterizzano le terapie in Oncoematologia Pediatrica; quest’anno è stato scelto di affrontare il tema delle nuove opportunità nel trattamento antitumorale, approfondendo l’argomento delle terapie personalizzate.
Questo senza dimenticare la necessità dello sviluppo di nuovi farmaci, studiati ed approvati espressamente per l’età pediatrica, più efficaci e meno tossici, con l’obbiettivo di migliorare i già ottimi risultati in termini di sopravvivenza e di ottenere guarigioni auspicabilmente senza effetti collaterali né immediati né tardivi.

Inoltre, si darà vita – in una sessione parallela, ed ad essi riservata – al Primo Convegno Nazionale del Guariti da tumore pediatrico che affronterà il tema del Passaporto del Guarito o “Survivorship Passport”: uno strumento sviluppato con lo scopo di fornire all’ex paziente pediatrico informazioni sulla sua storia clinica, corredato da linee guida per eventuali esami di follow-up da eseguire anche da adulto per evitare l’insorgenza di effetti collaterali tardivi. Sarà fatto anche il punto su prospettive e problemi di chi ha sofferto per un cancro in età giovanile e ci sarà l’occasione per confrontarsi su questi temi con esperienze europee, grazie alla presenza al congresso di alcuni rappresentanti europei del Survivors Network costituito all’interno di Childhood Cancer International (CCI).

Ibiscus sarà presente al Convegno con una delegazione.

Non sarà effettuato invece il 15 febbraio il tradizionale “lancio dei palloncini”, in quanto secondo FIAGOP i residui rifiuti plastici concorrono anche al continuo inquinamento ambientale. E’ stato organizzato, senza alcuna consultazione alle associate, altro evento al quale però Ibiscus non ha voluto aderire.

Ci dispiace non solo per tutte le molteplici scolaresche, associazioni, gruppi di lavoro che ogni anno sono sempre più aumentate a dare il loro sostegno e la loro solidarietà ai nostri guerrieri e che in questi giorni ci stanno continuando a contattare per avere notizie in merito.

Ci saranno altre occasioni per organizzare e manifestare, sempre compatti, il solito e solido affetto ai nostri guerrieri.

Nessuna descrizione della foto disponibile.
2652

Persone raggiunte
167

Interazioni