Ed eccoci ieri pomeriggio nuovamente a Pachino. Motivo: “Rigenerare l’auto di servizio Ibiscus”. Fatto il tagliando periodico di controllo, effettuata la pulizia della carrozzeria, Angelo, Riccardo ed i loro valenti collaboratori anche a predisporre la separazione in plexigas fra la parte di anteriore di guida ed il sedile posteriore passeggeri, in modo da adeguare l’auto alle norme vigenti per l’eventuale trasporto dei passeggeri e, nel nostro caso, a maggior tutela dei nostri guerrieri in caso dei brevi tragitti fra il Reparto e la casetta.

E’ sempre una festa quando arriviamo qui, per qualsiasi occasione, troviamo sempre Angelo e Riccardo pronti a prodigarsi e mettere a disposizione il proprio lavoro a servizio dell’Associazione, ed a rendersi utili per “fare qualcosa” a favore dei ragazzi in cura che combattono ancora strenuamente la loro battaglia ma anche in ricordo di ogni angelo “caduto sul campo di battaglia”.

Ed oltre al loro prezioso lavoro offerto anche una busta con una donazione per manifestare il loro affetto alla nostra realtà, in ricordo di passate esperienze che mai verranno dimenticate…… E’ la vita che continua.

Siamo stati anche a Portopalo a trovare il nostro amico Attilio, grande cuore della Misericordia locale e organizzatore delle nostre trascorse battute di pesca notturne nei pescherecci: il racconto delle ultime esperienze e la promessa, se la situazione come tutti speriamo si allarghi, di una prossima uscita a mare notturna in piena estate con guerrieri e genitori.

Il ritorno in casetta in tarda serata, in allegria, consapevoli di non essere soli e di poter ricevere tante piccole cose in ogni comunità a noi sempre vicina.