Quando si riceve una telefonata, che non ti aspetti, dal Presidente Lions Sezione Acitrezza, che ti dice di aver sentito parlare bene della nostra Associazione e che ti vuole incontrare.

Quando ci si incontra ed,  in un clima semplice e cordiale, si concorda di organizzare l’annuale “festa della vita”, a favore di Ibiscus, si entra in un inconsueto fermento: in quindici giorni bisogna essere proprio lì, al Banacher, a celebrare questa importante evento, che praticamente apre la stagione di questa sezione Lions.

Il quadrangolare “Un gol per un sorriso” si deve ancora “consumare”, ma siamo già pronti a tuffarci in questa nuova ed entusiasmante avventura: qualsiasi evento “pulito” che possa essere di aiuto ai nostri guerrieri è sempre gradito e ci consente di promuovere le nostre iniziative, i nostri sforzi per il raggiungimento dei nostri obiettivi.

Si decide così  preparare una nostra locandina parallela a quella ufficiale della Lions Acitrezza che comincia a girare  nei nostri network. E’ una corsa contro il tempo, in un periodo di inizio ferie/vacanze, organizzata tra l’altro in una serata di lunedì, alla ricerca di gente che vuole trascorrere una serata diversa all’insegna della vita.

Ci siamo: è proprio il sorridente ed affabile Presidente della sezione Lions dott. Giuseppe Corsale ad accoglierci all’ingresso della discoteca. Tantissima gente Lions e non, membri Ibiscus  e loro sostenitori varcano la soglia di ingresso dell’incantevole locale, superando il vessillo Lions Acitrezza ed il banner Ibiscus. Tra i presenti anche la nostra professoressa Russo e la nostra dottoressa Samperi.

Tanta bella musica, revival anni  80, per niente assordante in una caldissima serata di luglio in una cornice incantevole (le due piscine,  gli eleganti salottini, il bel giardino verde fra le altissime palme) ed una pista da ballo sempre piena di gente sorridente e soddisfatta: più di quattrocento persone – un vero successo.

Poche ma incisive  le parole dei due Presidenti chiamati sul palco: il Presidente Corsale ad esprimere grande consenso per il prezioso lavoro svolto dai suoi colleghi del Centro di riferimento di Eccellenza di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico di Catania e la voglia di voler organizzare  da tanto tempo una festa dedicata ai piccoli pazienti.

Si, perché la voglia di guarire e di esserci rimane sempre l’obiettivo di “vita” dei nostri guerrieri.

Grazie Giuseppe, ringrazia per noi tutto il tuo team, per la serata, per l’impegno, per il significato che hai voluto imprimere  a questa meravigliosa “festa della vita”

LEGA IBISCUS ONLUS