Sabato pomeriggio, primo incontro per i ragazzi Ibiscus per i ragazzi che quest’anno disputeranno a Milano, dall’11 al 13 maggio prossimi nel Centro di Formazione Suning in memoria di Giacinto Facchetti (Interello), il Torneo calcistico 2018 “Winners Cup” (riservato ai ragazzi provenienti dagli istituti oncologici di tutta Italia), organizzato anche quest’anno da SIAMO e FIAGOP insieme a FC Internazionale, sostenuta da Pirelli, Global Main Sponsor di FC Internazionale, coordinata dal CSI Comitato di Milano e patrocinata dal Coni.

La prima novità di quest’anno è che la squadra sarà composta “esclusivamente” da ragazzi in cura presso il Centro di Catania: i nostri amici palermitani con i quali lo scorso anno abbiamo condiviso l’esperienza di squadra unica O.P.S., dapprima hanno declinato l’invito, poi hanno deciso da fare da soli la loro squadra. Non ci siamo persi d’animo e subito la squadra del Centro Catanese, sostenuta da Ibiscus è stata fatta. Ci dispiace soltanto dover lasciare qualcuno a casa (sia perché ancora non ha completato le cure, sia perché non ha ancora raggiunto l’età minima del regolamento di 14 anni compiuti ….. – ma ragazzi ci rifaremo il prossimo anno).

La seconda è che, per regolamento, ogni squadra deve avere sempre almeno una ragazza in campo (le quote rosa!) ed ovviamente due splendide guerriere sono state ingaggiate.
In definitiva ecco i nomi di chi ha dato la disponibilità: Alessio, Antonio, Davide, Alessio, Enzo, Gabriele, Giorgia, Giovanna, Matteo, Salvatore, Stefano, Luca.

Delizioso il primo allenamento, senza il nostro Prof. Di Cataldo – valore aggiunto ed altro grande combattente). Il motivo: anche se non tutti i ragazzi erano presenti, è stato sancito l’obiettivo principale del torneo: “Vincere!!!” (nessuno di coloro che leggono ci crede : stare insieme e divertirsi è ovviamente l’unico obiettivo di questi meravigliosi ragazzi…. le vittorie sul campo sono altre….).
E da grandi guerrieri hanno cominciato a combattere e combatteranno anche per chi non è e non sarà presente…..
“IO VOGLIO VIVERE”: questo il motto nei braccialetti regalateci dall’ADMO e subito indossati da tutti.
La prima di tante battaglie non finisce qui; ce ne saranno altre e l’impegno sarà, come sempre, massimo.