15 febbraio 2019

L’annunciato mancato lancio dei palloncini di quest’anno a Catania per la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile è stato avvertito da tanti: abbiamo registrato le diverse sfumature delle semplici parole di Franca, Ivonne, Pina, Sebastiano, Massimo, Gaetano, Marianna……., ma nonostante la mancanza di questo gesto esteriore il nostro attaccamento alle tante dure e delicate battaglie dei nostri guerrieri rimane immutato.

Ogni affabile ricordo affiora nelle nostre menti in qualunque istante. Giustamente ognuno lo vive a modo proprio, secondo la propria esperienza, in un continuo alternarsi di gioia e dolori, consapevoli di vivere oggi in modo diverso grazie agli insegnamenti ricevuti dai nostri tenaci guerrieri , “unici” ad aver affrontato o ad affrontare il loro stato con determinante forza e coraggio.

Ed in questa occasione è divenuto prezioso il contributo di tutti i nostri operatori sanitari, il sostegno dei volontari di qualsiasi associazione, la presenza dei nostri amici, la vicinanza dei compagni di scuola che continuano a prendere coscienza di questa “insolita” realtà.

Ieri alle 11,00 abbiamo visto il piazzale antistante il padiglione 4 insolitamente vuoto: nessun guerriero affacciato dalle finestre ad attendere con gioia il librarsi in alto di infiniti palloncini, davanti ad un folla festante. Non abbiamo voluto aderire all’iniziativa alternativa promossa in modo centralista e senza alcuna consultazione dalla Federazione Nazionale, che ci avrebbe spostato dal quel luogo a noi caro…….

Ed allora l ’unica cosa che conta è continuare a supportare con la stessa volontà ed energia le innumerevoli battaglie dei nostri guerrieri, gli unici protagonisti, “I GUERRIERI PER SEMPRE”!